CREMA - 16/05/2017
RIVOLTA - DIVERBIO, SPUNTA UN COLTELLO
RIVOLTA - DIVERBIO, SPUNTA UN COLTELLO
I Carabinieri di Rivolta d’Adda hanno deferito un 50 enne del posto per porto illegale di arma. L'uomo, dopo un diverbio con un pastore, era pronto ad affrontarlo impugnando un coltello, abbandonato alla vista dei militari che hanno sequestrato l'arma e deferito l'uomo.
"Verso le ore 17.30 di ieri – spiega il maggiore dei Cc Giancarlo Carraro – in località Corsetta del Comune di Rivolta d’Adda (Cr), una pattuglia è intervenuta a seguito di un acceso diverbio. I militari accertavano che, poco prima, durante la transumanza di un gregge di pecore, il pastore aveva litigato animatamente con un 50 enne del posto che stava portando a passeggio il proprio cane. Motivo: la zuffa tra il cane del pastore e quello del rivoltano. Il 50 enne, coniugato, disoccupato, palesemente arrabbiato è andato a casa e, dopo aver prelevato un grosso coltello, è ritornato sul posto con fare minaccioso".
Nello stesso momento, però, arrivavano i Carabinieri. L'uomo armato, visti i militari, ha cercato di disfarsi dell'arma, un coltello da macellaio con lama lunga 20 centimetri, gettandola nell'erba. La mossa non è sfuggita ai Carabinieri che hanno recuperato il coltello, sottoponendolo a sequestro, denunciando altresì il 50enne rivoltano per porto illegale d'arma.

CREMA - 16/05/2017
® RIPRODUZIONE RISERVATA



  Stampa



Cronaca